[nggallery id=42]
Che si tratti di una fantastica terrazza o di un micro-balconcino…è arrivato il momento di uscire all’aria aperta.
Di tirare fuori tavolini e sedie a sdraio.
Di arredare i nostri spazi esterni.
Basta davvero poco per organizzare un ambiente comodo, confortevole, allegro e creativo.
 
Trattando quest’argomento non si deve tralasciare l’importanza che ricoprono piante, fiori e vegetali vari!
Questi servono oltre che per ornare il balcone o il terrazzo anche per creare un pò di privacy, schermandoci da sguardi indiscreti, e a riparare dal vento o ombreggiare. 
Per creare un’atmosfera un po’ Zen basta un pavimento di quadrotti di legno, magari Bambù materiale molto interessante e a prezzi accessibili e un angolo intimo e isolato dalla vista dei vicini anche in questo caso grazie a del bambù.
La sua crescita rapida e il fitto fogliame creano una specie di tenda vegetale che ci trasporta in un mondo quasi tropicale…aggiungiamo un Bonsai, qualche ciottolo è il gioco è fatto.
Il paesaggista inglese christopher bradley-hole per contrastare il grigiore del cielo londinese ha invece progettato un terrazzo in cui la vista della città  è nascosta da una quinta vegetale di graminacee, veloci nella crescita, facili da coltivare e resistenti a climi rigidi.
Le graminacee possono essere ottime anche per creare un fantistico ambiente beach con l’aggiunta di una bella sedia-sdraio a rigoni un ombrellone delle conchiglie e perchà© no ‘¦ un po’ di sabbia.
In ogni caso con le graminacee occhio alle allergie!
[nggallery id=43]
Per avere un’ atmosfera provenzale si può invece optare per la lavanda, il gelsomino, la salvia e magari una bella pergola con glicine o vite!
Tessuti a piccoli fiorellini o quadretti e candidi ricami su lino e cotone completeranno l’opera.
[nggallery id=44]
Un’ottima idea, colorata e gustosa, può essere anche quella di creare un mini-orto‘¦basta anche un piccolo balconcino per piantine di basilico, rosmarino, pomodorini.
Le zucchine e le fragole poi danno anche dei bellissimi fiori per chi non vuole rinunciare a tanto colore aggiungendo anche un bel limone o un mandarino.
Lo studio ZEROTREUNOUNO ha progettato un utilissimo “orto-trasportabile” per passare direttamente dal terrazzo…alla tavola.
[nggallery id=45]
Utilizzando la fantasia molte cose possono diventare dei bellissimi vasi: vecchie valigie, scarpe, mobili.
Parlando di Orto, parliamo di vasi e quindi di semi e di piccoli segnalini per riconoscerli.
Con la vernice-lavagna possiamo dipingere i vasi che vogliamo e scriverci sopra cosa contengono.
Come abbiamo già  mostrato in un precedente post anche le forchette possono diventare segnalini vintage.
Piante in Valigia!
Alluce Verde!!
Vasetto Lavagna
Tazze-vaso e Cucchiai-Segnalini
Riciclando delle bottiglie di plastica possiamo creare un divertentissimo ed ecologico ORTO VERTICALE!
Orto-Verticale con Bottiglie di Plastica Riciclate.

E Adesso Provanci Anche TU!

Quindi otre che divertente è anche ecologicamente corretto riciclare e dare nuova vita agli oggetti che ci circondano.
                                            
Istallazioni temporanee con gli indumenti

 

Ricicliamo anche il Vetro

Nuova Vita ai Libri

Romantica Carrozzina

In merito al discorso piante e quindi vasi, il BRAVO ARCHITETTO vi dirà  di fare moooooolto attenzione alla portata del vostro terrazzo , cioè di quale peso può sopportare.
Per calcolare la quale è necessaria un’indagine statica effettuata da un tecnico.
In genere comunque, anche negli edifici più vecchi, la portata di un terrazzo è di circa 500-600 Kg per metro quadro, e a meno chà© non vogliate trasferire la foresta amazzonica sul vostro terrazzo, non dovrebbero esserci problemi!
 
Certo ricordo quando sul terrazzo sopra al vecchio posto di lavoro, troneggiavano alberi giganteschi, e tutti ci domandavamo quando ci sarebbe caduto il soffitto in testa, ma quella era l’eccezione che conferma la regola!!
 
Ovviamente se invece desiderate mettere sul terrazzo una mini-piscina (vi invidio!) sono d’accordo con il bravo architetto e dovete farvi fare un calcolo statico, onde evitare di precipitareeeeee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con asterisco sono obbligatori.