Che si tratti di una fantastica terrazza o di un micro-balconcino…è arrivato il momento di uscire all’aria aperta e scegliere verde e fiori sul terrazzo.

Basta davvero poco per organizzare un ambiente comodo, confortevole, allegro e creativo.  

Trattando quest’argomento non si deve tralasciare l’importanza che ricoprono piante, fiori e vegetali vari!

Questi servono oltre che per ornare il balcone o il terrazzo anche per creare un pò di privacy, schermandoci da sguardi indiscreti, e a riparare dal vento o ombreggiare.

Verde e Fiori sul terrazzo: Stile ZEN

 Per creare un’atmosfera un po’ Zen basta un pavimento di quadrotti di legno, magari Bambù (materiale molto interessante e a prezzi accessibili) e un angolo intimo e isolato dalla vista dei vicini anche in questo caso preferibilmente con arredi in legno o bambù.

La crescita rapida e il fitto fogliame del bambù creano una specie di tenda vegetale che ci trasporta in un mondo quasi tropicale…aggiungiamo un Bonsai, qualche ciottolo è il gioco è fatto.    

Piastrelle da esterni, in WPC (materiale composito), 30 x 30 cm

Per un bel terrazzo in stile zen procuratevi dei bonsai come quello di pianta da thè che trovate QUI, dei semi di pianta di bambù per creare delle quinte che arredino e proteggano da sguardi indiscreti, dei sassolini bianchi che trovate anche QUI. Se poi volete cimentarvi voi stessi nell’arte del bonsai acquistate un kit e degli attrezzi adatti, disponibili QUI, infine non potrà mancare una bella e rilassante fontanella per il vostro giardino ZEN!

Verde e Fiori sul terrazzo : Stile BEACH

Il paesaggista inglese christopher bradley-hole per contrastare il grigiore del cielo londinese ha invece progettato un terrazzo in cui la vista della città  è nascosta da una quinta vegetale di graminacee, veloci nella crescita, facili da coltivare e resistenti a climi rigidi.

Le graminacee possono essere ottime anche per creare un fantistico ambiente beach con l’aggiunta di una bella sedia-sdraio a rigoni, un ombrellone, delle conchiglie e perché no, un po’ di sabbia.

In ogni caso con le graminacee occhio alle allergie!

Ombrelloni colorati o salvaspazio come il modello da muro di Ikea

Creiamo un’area sabbia per far divertire i bimbi!

Per un terrazzo in stile beach è necessaria una bella sabbiera per il divertimento dei piccoli e sedia a sdraio ed Ombrellone (con Base di supporto) per il relax dei grandi.

Stile PROVENZALE

 

Per avere un’ atmosfera provenzale si può invece optare per la lavanda, il gelsomino, la salvia e magari una bella pergola con glicine o vite!

Tessuti a piccoli fiorellini o quadretti e candidi ricami su lino e cotone completeranno l’opera.
Complementi d’arredo in legno bianco, vimini o ferro battuto.
Per uno spazio in cui prendere il tè  con le amiche, leggere un buon libro o dedicarsi ad hobbie rilassante.
 
Ferro battuto vintage
Fiori, lavanda,erbe aromatiche e arredi bianchi


La parola d’ordine per lo stile provenzale è: LAVANDA

 

Lavanda anche nei colori
Tanti fiori e la tovaglia giusta

Legno dipinto di bianco per lo stile provenzale
Salottino per il tè tra i fiori
 

Per realizzare un terrazzo in stile provenzale non dovranno mancare Cuscini a Fiorellini, Lavanda , anche essiccata per realizzare delle composizioni profumate e una cassapanca 

Stile sostenibile

Un’ottima idea, divertente, colorara e gustosa, per gli amanti della genuinità, può essere anche quella di creare un mini-orto sul terrazzo, è sufficiente  un piccolo balconcino per piantine di basilico, rosmarino, pomodorini.
Le zucchine e le fragole poi danno anche dei bellissimi fiori e, per chi non vuole rinunciare a tanto colore, aggiungerei anche un bel limone o un mandarino.
E se la nostra filosofia è  quella della sostenibilità  e del riuso, arrendiamo con materiali di recupero.
 
Divanetti realizzati con i pallets

 

 

Pallet, cassette di legno, bobine, elementi resistenti e adatti all’esterno
Arredi da esterno fai da te

 

 

Come coltivare l’orto sul terrazzo
Per realuzzare un terrazzo secondo la filosofia e lo stile green, potete utilizzare un divanetto in pallet, che potere realizzare voi o acquistare già fatto , un Orto verticale e un piccolo orto in piano 
 
Utilizzando la fantasia molte cose possono diventare dei bellissimi vasi: vecchie valigie, scarpe, mobili.
Parlando di Orto, parliamo di vasi e quindi di semi e di piccoli segnalini per riconoscerli.
 
Con la vernice-lavagna possiamo dipingere i vasi che vogliamo e scriverci sopra cosa contengono.
Come abbiamo già  mostrato in un precedente post anche le forchette possono diventare segnalini vintage.
 
 
Piante in Valigia!
Alluce Verde!!
 
Vasetto Lavagna
Tazze-vaso e Cucchiai-Segnalini
Riciclando delle bottiglie di plastica possiamo creare un divertentissimo ed ecologico ORTO VERTICALE!
 
Orto-Verticale con Bottiglie di Plastica Riciclate.

E Adesso Provanci Anche TU!

 
Quindi otre che divertente è anche ecologicamente corretto riciclare e dare nuova vita agli oggetti che ci circondano.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Istallazioni temporanee con gli indumenti
 
 

 

 

Ricicliamo anche il Vetro

 
Nuova Vita ai Libri

Romantica Carrozzina

 

Calcoliamo il peso dei vasi sul terrazzo

In merito al discorso piante e quindi vasi, il BRAVO ARCHITETTO vi dirà  di fare moooooolto attenzione alla portata del vostro terrazzo , cioè di quale peso può sopportare…ed ha perfettamente ragione
 
Se dovete posare sul terrazzo numerosi vasi e particolarmente pesanti, dovete assolutamente farvi fare una perizia statica da un tecnico specializzato.
 
In genere comunque, anche negli edifici più vecchi, la portata di un terrazzo è di circa 500-600 Kg per metro quadro, e a meno che non vogliate trasferire la foresta amazzonica sul vostro terrazzo, non dovrebbero esserci problemi! Ovviamente tutto dipende anche da altri fattori quindi se avete dubbi informatevi a dovere .
 
Ricordo quando sul terrazzo sopra al vecchio posto di lavoro troneggiavano alberi giganteschi, e tutti ci domandavamo quando ci sarebbe caduto il soffitto in testa!
 
Ancge nel caso che  desiderate mettere sul terrazzo una mini-piscina (vi invidio!) sono d’accordo con il bravo architetto e dovete farvi fare un calcolo statico, onde evitare di precipitareeeeee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con asterisco sono obbligatori.