Due proposte su come organizzare la camera dei bambini

Ho tanti progetti che devo ancora mostrarvi e ancora da pubblicare, ma ho scelto proprio questo, che è uno degli ultimi ed è stato realizzato proprio in questi di giorni, in cui siamo tutti chiusi in casa.

Si tratta del progetto di uno degli ambienti che mi appassionano di più, la cameretta dei bambini.

Progetti pensati per rendere gli spazi dedicati ai bambini più piacevoli, funzionali e vivibili. Certo questo concetto dovrebbe essere valido per ogni ambiente della casa, che seppur piccolo dovrebbe essere dotato di tutto ciò che ci occorre.

Organizzare la camera dei bambini è fondamentale poichè essa è il loro piccolo mondo e dovrebbe contenere tutto ciò che gli occorre: dall’angolo studio, all’angolo gioco, allo spazio notte.

Anche se a volte gli spazi sono limitati, la mia sfida è sempre quella di cercare di fare il massimo per ricavare tutti questi ambiti nel modo più funzionale, creativo e gradevole che si possa.

Le richieste e i vincoli

In questo caso specifico si è trattato della riorganizzazione della cameretta di due fratellini gemelli di 4 anni, un maschio e una femmina.

La stanza necessitava di disporre del maggior spazio possibile per giocare e della possibilità di inserire un tavolino con due sedioline, oltre ad uno scaffale per contenere giochi e materiali.

C’erano inoltre diversi vincoli, come la necessità temporanea di utilizzare un letto matrimoniale e il posizionamento di alcuni stickers alle pareti, posati di recente e che non si sarebbero potuti rimuovere.

Devo dire che i mobili nella stanza erano già stati organizzati in modo adeguato, come spesso accade quando lo spazio è vincolante (nella stanza oltre alla porta vi è una portafinestra).

Anche le decorazioni stickers alla parete erano state realizzate in modo molto grazioso e attento.

L’ambiente risultava solo un po’ freddo, ma molto elegante, a causa del pavimento in resina grigia (comunque bellissimo) ed il total white degli arredi.

Come prima cosa quindi ho pensato subito alla necessità di riscaldare lo spazio con un tappeto.

Tappeto da gioco per bambini con raffigurante la fattoria, disponibile QUI in diverse misure

Due tappeti rotondi che fungono entrambi anche da sacche porta giochi. A sinistra il grazioso tappeto raffigurante gli animali del bosco che si trasforma in sacco disponibile QUI anche in altre fantasie e a destra il tappeto verde con la stessa funzione (comodo anche il bordo) che trovate QUI

La camera presentava degli stickers (molto graziosi) applicati recentemente e dei quali bisogna tenere conto con lo spostamento dei mobili

Prima proposta per organizzare la camera dei bambini

Le proposte sono state due, una prevede lo spostamento del letto matrimoniale sul muro opposto a quello attuale e la realizzazione di una parete attrezzata, realizzata continuando la composizione dei moduli a profondità ridotta già presenti nella camera con altri elementi.

In alternativa si sarebbe potuto variare e movimentare un po’ l’arredamento con l’inserimento di uno scaffale diverso, come Bulle o Happy di Maison du monde.

In questo caso specifico però ho consigliato di continuare la parete attrezzata, aggiungendo dei moduli a profondità ridotta a quelli preesistenti, per dare un senso maggiore di ordine e continuità. Lungo la parete dove trovano spazio i vari scaffali c’è posto anche per il tavolino da lavoro.

Sulla paretina laterale al letto viene, realizzata una libreria Montessori con porta-cornici ikea “Mossalanda”, utile e comoda per creare un angolo lettura per giorno e notte.

Composizione a parete a scaletta realizzata con gli scaffali Alsapan da 6 box e 3 box

La libreria Bulle e la libreria Happy di Maison du Monde

I moduli della serie Alsapan che trovate QUI da 6 box, QUI da 6 box con sportelli, QUI da tre box, QUI da tre box cpon cassettino QUI a scaletta, in vari colori, hanno una profondità di soli 29.5cm e sono l’ideale per contenere libri e giocattoli, grazie alle ceste che trovate QUI, senza rubare centimetri importanti alla stanza

Libreria in stile Montessori realizzata con le mensole porta-cornici Mossaland di ikea

Seconda proposta per organizzare la camera dei bambini

Nell’altra proposta sono state fatte scelte più radicali per gli arredi, in vista anche del futuro, così ho inserito nel progetto due letti personalizzati: singoli e contenitori (come da richiesta), che hanno anche le rotelle.

Le ruote permettono ai letti di poter essere spostati agilmente e quindi accostati facilmente l’uno all’altro per diventare un matrimoniale, quando necessario, altrimenti sono accostati lungo la parete lasciando parecchio spazio libero per i bambini. I due letti sono divisi da una testiera Brimnes di Ikea, modificata in modo da essere rifinita fronte e retro.

Sopra ai letti vi è una composizione sospesa con i moduli Eket di Ikea in due profondità per creare un pò di movimento e non risultare troppo pesante.

In questo caso è necessario che l’armadio sia ad ante scorrevoli e non a battente (che non avrebbero lo spazio per aprirsi), quindi bisognerebbe sostituire l’armadio presente o anche solo le ante.

L’armadio ad ante scorrevoli è quasi sempre consigliabile visto che l’apertura richiede molto meno spazio di ingombro.

Anche in questo caso, accanto agli scaffali esistenti troviamo la libreria Montessoriana e qui c’è anche il tavolino con le due sedie.

In realtà per una stanza del genere, una volta cresciuti i bambini, sarebbe consigliabile un letto a castello, ma questa proposta è una soluzione che risulta comoda nel presente, viste le esigenze specifiche, e può essere sfruttata anche nel futuro.

I letti contenitore su rotelle dell’azienda Vama Divani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con asterisco sono obbligatori.