Viste zona giorno

Ancora una volta il mio lavoro mi ha portato a conoscere delle persone meravigliosa e questa è sempre una delle più grandi soddisfazioni.

Finalmente trovo il tempo di parlarvi di un delizioso appartamento che ho realizzato in collaborazione con l’Arch. Marco Ferranti, per una coppia di ragazzi davvero adorabili; i committenti che chiunque vorrebbe avere, gentili, disponibili, ottimisti e fiduciosi.

Si sono affidati molto a noi e devo dire che hanno fatto bene, perché il cantiere è andato avanti velocemente e senza intoppi, così siamo riusciti a realizzare la casa dei loro sogni, che finalmente avrebbe coronato il loro amore.

Ancora una volta questa è stata la dimostrazione che quando si hanno le idee chiare e ci si affida con fiducia ad un professionista le cose non possono che andare benissimo. Purtroppo spesso sono gli stessi committenti a mettere i bastoni tra le ruote al cantiere con continue indecisioni, ripensamenti, ritardi ecc. Devo dire che la mia esperienza personale mi ha portato sempre ad incontrare persone molto giudiziose, con le quali si è creato un ottimo feeling e, oltre a progetti riuscitissimi, sono nati splendidi rapporti e non smetterò mai di ripetere che questo per me è il successo più grande.

La libreria bifacciale in cartongesso

Tornando all’appartamento MM, dalle iniziali della coppia che lo abita, si trattava di una casa con il classico impianto con lungo corridoio e tutte le stanze che affacciavano su unico lato, la prima decisione proposta e subito approvata è stata senza dubbio quella di unire cucina e salotto e di realizzare un grande open space, che affaccia direttamente sull’ingresso, comunque filtrato da una parete/libreria bifacciale in cartongesso.

Per realizzare l’open space all’ingresso, che inglobasse cucina e zona giorno abbiamo abbattuto tutti i tramezzi

Successivamente è stata realizzata la libreria bifacciale/filtro in cartongesso

Il pavimento

I proprietari desideravano avere un pavimento in parquet, ma erano anche preoccupati per il fatto che fosse troppo delicato in alcune zone ed è per questo che nei bagni abbiamo scelto un rivestimento ceramico e nella zona giorno abbiamo creato un interessante pavimentazione doppia, formata dall’incontro tra parquet e cementine esagonali. Il rivestimento ceramico copre la parte dell’ingresso e prosegue verso la zona notte prolungandosi nel bagno; dalla parte della zona giorno le cementine proteggono parte della pavimentazione in corrispondenza della cucina e vanno ad incontrare il rivestimento in parquet, che riveste la parte restante del soggiorno e le camere da letto.

Oltre a creare una pavimentazione creativa e molto suggestiva siamo riusciti a risolvere in questo modo la problematica del parquet nelle zone più a rischio, come cucina ed ingresso,

Zona giorno

La zona giorno è ora composta da un ampio salone con cucina a vista che si sviluppa su due lati, non una piccola cucina su una parete rimediata, ma un ambiente molto ampio e luminoso, grazie alla grande finestra sopra al lavandino, separato tramite il tavolo da pranzo dalla zona conversazione con divani e tv, che affaccia a sua volta su un ampio terrazzo che ne prolunga lo spazio verso l’esterno.

Un ambiente da vivere tutto il giorno, tutti insieme, la coppia, gli amici, la famiglia; nella libreria bifacciale e nella vetrinetta trova spazio la grande passione dei proprietari da condividere con chi vive la casa… la fotografia, con una bellissima collezione di macchine fotografie e scatti di vario genere.

La passione per la fotografia è legata ad un altro grande amore, quello per i viaggi, che abbiamo deciso di celebrare con una carta da parati raffigurante una cartina geografiche, che arreda la parete vuota dietro al televisore.

Una carta da parati con una cartina stilizzata, dall’allure poetica e sognante, acquistata on line su Bimago.com, sviluppata nei toni dell’ azzurro, del mare e del cielo, colore che in un’altra tonalità la farà da padrone nel corridoio e nell’ambiente giorno.

Anche nella scelta di questo particolare colore per le pareti i proprietari sono stato molto disponibili e si sono fidati di noi, e proprio l’azzurro, con il giallo di alcuni dettagli, come lo specchio recuperato dall’arredamento della vecchia proprietari e ridipinto tutti insieme in un allegro pomeriggio, è stata la giusta combinazione di colori che ha creato la magica atmosfera che si respira in questo bellissimo soggiorno. L’ambiente giorno è reso glamour e industrial dai portalampada in filo di metallo con lampadine con bulbo a vista di Ikea e le finiture di pietra nera della cucina della linea Creo gruppo Lube e del mobile tv. Il tocco vintage lo danno le piastrelle esagonali effetto cementina a pavimento e il rivestimento patchwork dietro alla cucina, entrambi di Marazzi, e il divano in pelle che era già dei proprietari di casa, in quel giusto mix che ha permesso di realizzare un arredamento unico e super personale, come cerchiamo sempre di fare.

Restyling home made del grande specchio in legno

Guardaroba salvaspazio in corridoio

Nel corridoio abbiamo realizzato anche un piccolo ma utilissimo guardaroba, sfruttando una mini nicchia nella parete e, anche con la poca profondità di 30/40cm, abbiamo creato un comodo ripostiglio per cappotti, sfruttando lo spazio con un attaccapanni comodo e delle mensole, per riporre scatole di scarpe, ombrelli e abiti, anche con poca profondità dove non avremmo potuto utilizzare le normali stampelle. Per chiuderlo, come spesso fa l’architetto Marco Ferranti, abbiamo utilizzato delle ante industriali di Ikea, che ci hanno permesso di ammortizzare i costi, ma questa volta mi sono permessa di scegliere un’anta non tinta unita, ma dal pattern geometrico nei toni della panna e del tortora, molto decorativa e adatta al contesto.

Per quanto riguarda la zona notte il grande bagno stretto e lungo, come si usava progettare un tempo, è stato diviso per realizzare due bagni piccolini, ma super accessoriati e funzionali, uno per gli ospiti e uno privato, a cui si accede direttamente dalla camera da letto. La stanza da letto molto ampia, la metratura è rimasta quella originale, è libera da armadi in quanto questi si trovano in un’altra cameretta destinata a cabina armadio, si è pensato dunque di accontentare i proprietari e realizzare qui uno sgabuzzino, che serve anche a ridimensionare lo spazio e creare una sorta di anticamera.

Per la parete del letto abbiamo scelto un bel rosso bordeaux elegante e caldo, perfetto passpartout per la collezione di foto che abbiamo organizzato e disposto a regola d’arte dietro la testata.

Romantica ed eclettica la camera da letto con la tenda con piume

La parete rossa dietro al letto fa da paspartout alla composizione di foto

I due nuovi bagni hanno entrambi la doccia, le due docce sono divise da un vetro satinato che permette di portare luce naturale anche al bagno cieco. Il bagno cieco riprende il rivestimento a cementine esagonali, scelte per il living e l’ingresso che rivestono anche questo pavimento e decorano le pareti, mentre per il bagno privato si è scelto un rivestimento in stile inglese con mattonelline rettangolari nere bisellate ad altezza boiserie.

work in progress del bagno degli ospiti

bagno privato in stile inglese

I committenti sono rimasti molto soddisfatti dell’intero lavoro che si è svolto in armonia e tempi brevi, insieme abbiamo poi scelto alcuni complementi d’arredo come le sedie del tavolo da pranzo e la poltroncina del salotto, nel colore che è diventato l’icona della casa, l’ocra, e gli arredi per il terrazzo sul quale i ragazzi ci hanno invitato a trascorrere unb piacevole pranzo per festeggiare la fine dei lavori.

in terrazza relax!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con asterisco sono obbligatori.