La ristrutturazione della casa segna un punto di svolta importante e uno spartiacque tra passato e futuro. La città di appartenenza può influire molto sul costo finale dell’intervento. C’è infatti una differenza netta tra le aree del nord, del centro e del sud Italia. I prezzi per ristrutturare casa sono più alti nelle regioni del nord, dove per un appartamento di circa 70mq in media la spesa è 38mila euro. Poi si scende verso il centro, dove il costo per la ristrutturazione di una casa delle stesse dimensioni si aggira intorno ai 30mila euro, fino ad arrivare al sud Italia dove si attesta sui 23mila euro. La cosa migliore per comprendere le oscillazioni sarà esaminare tre città identitarie – Bologna, Roma e Palermo – dislocate nei punti nevralgici del Paese.

quanto costa ristruttura casa
quanto costa ristruttura casa
quanto costa ristruttura casa
quanto costa ristruttura casa

Quanto costa ristrutturare casa a Bologna. i costi e i lavori nella città felsinea

Per le ristrutturazioni di case a Bologna si dovrà tenere conto in primis della parte della città dove si trova l’appartamento. Le cose cambiano se ci troviamo in periferia oppure nel cuore della città felsinea, soprattutto perché i vincoli artistici e paesaggistici sono più forti nel centro storico. Quando si pensa alla ristrutturazione della casa a Bologna, occorre tenere presente che i lavori più importanti sono relativi alla fornitura e posa di finestre (300 euro al mq circa). Alla tinteggiatura (tra 18 e 28 euro al mq) e alla demolizione con smaltimento di macerie (dai 17 ai 28 euro al mq). L’isolamento termico (tra i 30 e i 70 euro al mq per le pareti) e il rifacimento dei massetti (sui 28 euro al mq) sono altri passaggi chiave. Per quanto riguarda i preventivi chiavi in mano, si spendono dai 3400 ai 6400 euro per la cucina. Mentre per il bagno il costo si aggira tra i 2600 euro e i 6800 euro a seconda dei lavori. Per un appartamento di 70mq da ristrutturare il range oscilla tra i 25mila e i 49mila euro.

Quanto costa ristrutturare casa a Roma. I prezzi nella capitale sono i più alti

Abbiamo detto che, in media, per la ristrutturazione di una casa di 70 mq si spendono nel centro Italia sui 30mila euro. C’è un’eccezione importante: Roma. La capitale è spesso più costosa di grandi centri del nord, come Milano. A Roma si superano i 40mila euro e – con l’aumentare dei mq – si possono raggiungere cifre anche più importanti. Per 90mq il costo di una ristrutturazione a Roma può toccare anche i 65mila euro. Abitare nel centro di Roma, immersi nella storia secolare (anche se vincolati da regole tecniche e di costruzione), è però un’esperienza unica. Anche qui ci sono da tenere presenti diversi interventi per la ristrutturazione. A partire dai lavori di demolizione (22-32 euro al mq) e quelli di tinteggiatura (20-32 euro, che salgono per decorazioni ed effetti speciali). Per la coibentazione, invece, siamo tra i 30 e i 90 euro al mq. Quanto agli interventi chiavi in mano, per il bagno si oscilla tra i 2500 e gli 8200 euro mentre per la cucina il range è 4mila-7200 euro.

Palermo, la spesa per l’intervento e le info utili

Ci spostiamo adesso a Palermo, capoluogo siciliano e porto di grido. Qui è bello immergersi tra vicoli e palazzi di grande pregio architettonico. Ristrutturare una casa in questa città è molto meno costoso rispetto a Bologna e Roma: siamo sui 23-25mila euro. Occorre dapprima valutare: lo stato dell’immobile tra manutenzioni e finiture, le dimensioni (misure di porte, finestre e così via) e le esigenze in fatto di personalizzazione. Qui la ristrutturazione chiavi in mano di un bagno, grande circa 3mq, si attesta tra 2mila e 3mila euro (sempre tenendo conto di eventuali elementi extra capitolato). Mentre per il rifacimento degli impianti di una cucina, con sostituzione dei rivestimenti, siamo sui 3-4mila euro. 

La mappa dei lavori, i documenti necessari e i complementi d’arredo

Quando ci si appresta a realizzare la ristrutturazione del proprio appartamento, occorre fare mente locale sui lavori che si renderanno necessari. Dalle operazioni di demolizione con rimozione delle macerie, passando per il rifacimento dei pavimenti e la coibentazione di pareti e tetto, si arriva fino al restyling degli impianti più datati e alla tinteggiatura. Naturalmente un altro momento essenziale – e successivo – sarà quello della scelta dei complementi d’arredo, per un lavoro di ristrutturazione e design di tutto punto. Sarà utile ricordare che ai costi dei lavori veri e propri si devono aggiungere i passaggi burocratici relativi ai permessi come CILA, SCIA, permesso di costruire. Bisogna poi sondare le possibilità offerte dalle agevolazioni fiscali come:

  • Ecobonus, per i lavori di efficientamento energetico;
  • Bonus ristrutturazione, qui la detrazione fiscale riguarda sia la manutenzione ordinaria che quella straordinaria;
  • Sismabonus, che offre una detrazione fiscale per i lavori di miglioramento sismico;
  • Bonus verde, per restyling di giardini, terrazze e balconi;
  • Rimborso ‘Conto termico’ per recuperare parte della spesa per la riqualificazione energetica.

2 Comments on Quanto costa ristrutturare casa al nord, al centro e al sud Italia?

francesca said : administrator Report 6 months ago

Buongiorno Annamaria, non siamo un rivenditore ma uno studio di progettazione e interior design, tra l'altro non riesco a capire a quali poltroncine ti riferisci. Se vuoi scrivermi a framat2005@libero.it allegando anche un'immagine vedo se posso darti un aiuto in più po un suggerimento. Grazie a presto Francesca

Annamaria said : Guest Report 6 months ago

Salve io sarei interessata alle poltroncine sospese da esterno... vorrei chiedere un preventivo grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con asterisco sono obbligatori.