Per il bagno della casa vacanza Hemerald House a Roma abbiamo realizzato un bellissimo bagno con tutti i confort e che, grazie alle luci e ai materiali scelti e al soffione cromoterapico si trasforma in una mini home spa, il tutto in soli 2.8 mq. Abbiamo anche realizzato una finestra con vetro satinato che affaccia sulla camera da letto perchè il bagno potesse ricevere luce naturale.

Vasca Mini, design Marco Pisati per Glass Design Italy. Realizzata in BI-mat fusione di fibra con Vetroarredo Light, disponibile in 7 tonalità. Per un bagno piccolo ma molto trendy.

Bagno per ospiti piccolo ma super scenografico, il lusso in 2 mq!

Mini bagno shabby

Il bagno nel sottoscala

Soluzioni su misura e ingegnose!

Come sapete mi piace parlare di soluzioni ingegnose spesso dedicate a spazi ridotti, perché in fondo arredare quando c’è tanto spazio per certi versi è più semplice. Con i miei articoli, invece, cerco sempre di proporre e trovare soluzioni alternative, creative e per gli spazi più difficili.

Oggi parlerò in particolare dei bagni molto piccoli, poiché un secondo bagno in casa è sempre molto ambito, ma spesso abbiamo pochissimo spazio a disposizione e siamo tentati di rinunciare. Vi darò dei consigli per realizzare un secondo bagno anche in poco spazio e magari con soluzioni economiche ma di grande effetto.

Soluzioni salvaspazio

Esistono diverse soluzioni salva spazio anche per il bagno, come sanitari di dimensioni ridotte, arredi multifunzione e soluzioni ingegnose che certamente ci aiuteranno ad arredare in modo funzionale ed efficiente anche il bagno più piccolo.

Se vogliamo realizzare un secondo bagno un terzo in casa, possiamo farlo tranquillamente e la cosa sarà ancora più semplice se utilizzeremo il sanitrit. Si tratta di una piccola stazione di triturazione da utilizzare nel caso non sia possibile portare lo scarico dove abbiamo deciso di collocare il nuovo bagno. Questa attrezzatura ci permetterà di realizzare un secondo bagno davvero ovunque, certo quando è possibile è sempre meglio optare per un impianto in regola. Ricordiamoci inoltre che per ogni metro di distanza dallo scarico di partenza si dovrà avere una pendenza minima di 1cm ogni metro (1%). Se la distanza è di una certa entità, si potrebbe venire a creare la necessità di realizzare un gradino.

Lavabi, sanitari e persino vasche da bagno di dimensioni compatte o ridotte ci permetteranno di realizzare il tanto ambito secondo spazio, anche con una superficie minima di 2 mq.

Graziosi e piccolissimi i due modelli di lavandini poco ingombranti perfetti per un piccolo bagno quello ovale lo trovate QUI e quello rettangolare QUI

Hidden è un contenitore in legno di cui a prima vista non si intuisce la natura, solo aprendo il coperchio si scopre che all’interno vi è un lavabo. Comodissimo in un piccolo bagno, poichè si può sfruttare la superficie come base d’appoggio. By Makro

Lavabo/wc due in uno? Niente di più compatto!

Il radiatore Montecarlo della collezione Elements di Tubes, firmato da Peter Jamieson, ha anche funzione di piccola mensola e portaasciugamani. Svolgendo tre funzioni in una con i suoi 50x50cm fa risparmiare spazio in un piccolo bagno

sanitari x-small per spazi micro, della linea Connect space di Ideal Standard

Mini lavabo in ceramica di Colavene. Il decoro dell’anta Spring è disponibile in 20 texture diverse. Misura L 45 x P 25 x H 61 cm.

Mobiletto salvaspazio e portatutto di D-Mail. Così stretto da infilarsi perfettamente nei piccoli spazi. In mdf e melammina bianca. Misura L 15,2 x P 33,5 x H 136,5 cm.

Monoblocco g full di Hatria, una volta abbassato il coperchio i sanitari diventano una comoda panca

Vasca Tubby di Albion bath company in ghisa verniciata. Dimesnioni ridotte 147x69x92

Dimensioni minime secondo bagno

Per realizzare il secondo bagno l’idea potrebbe essere quella di “rubare” una striscia di spazio a una camera vicina, magari proprio per realizzare il tanto desiderato bagno in camera.  In questo caso ci si troverà con un bagno stretto lungo, la larghezza dovrà essere minimo 80cm e la lunghezza dipenderà dalla dimensione e numero di sanitari che vorrete inserire (e che in questo caso andranno posizionati tutti allineati).

Se volete inserire tutti i sanitari la lunghezza dovrà essere almeno 278/268cm. Se invece non abbiamo a disposizione nemmeno questo spazio minimo possiamo decidere di realizzare un secondo bagno mini anche di 1.5 mq, eliminando alcuni sanitari, utilizzando prodotti studiati per spazi minimi e qualche accorgimento.

distanze tra i sanitari

Per tutte le soluzioni ricordo che il lavabo va solitamente posizionato ad almeno 20-30 cm dalla porta di ingresso e che esso occupa almeno 50 cm, (anche se ne esistono pure più piccoli e persino angolari ma allora si tratta veramente di lavamani).

Se mettiamo di seguito al lavandino il wc, sarà necessaria una distanza di 20cm.

 Tra bidet e wc è sempre necessaria una distanza di 20cm come anche ai loro lati esterni e 50cm sul davanti (mentre davanti al lavabo almeno 60cm); i sanitari bidet e wc occupano solitamente tra i 35/40 cm.

Per quanto riguarda le altezze

  • i sanitari devono trovarsi ad almeno 45 cm da terra, non importa se sospesi o no
  •  il lavabo deve essere ad almeno 80 cm da terra
  •  la vasca ha una profondità di circa 55 cm
  •  il piatto doccia può essere a filo pavimento fino a uno spessore di 11 cm
  •  il box doccia va da un minimo di 190 cm a un massimo di 230 cm di altezza

Le altezze da rispettare per un bagno ergonomico

Dimensioni e distanze tra i sanitari. I sanitari possono avere anche dimensioni ridotte in profondità ma la larghezza rimane sempre la stessa.

Coppia di sanitari sospesi dimensioni ridotte con coprivaso soft-close disponibili anche QUI

Un bagno stretto e lungo deve avere una larghezza di almeno 80cm

Esempi di bagni stretti e lunghi con tutti i sanitari su un lato, la doccia o il lavabo possono essere posizionati anche sulla parete di fondo.

Esistono veramente tanti modi per organizzare un piccolo bagno; sicuramente la porta scorrevole ci fa guadagnare spazio ma anche con la classica porta a battente abbiamo varie possibilità

Un bagno piccino picciò!

Esempi di bagni piccoli piccoli, in cui dobbiamo obbligatoriamente sacrificare qualche sanitario, ma comunque molto funzionali

La doccia

Le docce possono avere varie dimensioni e in muratura la potremmo realizzare davvero della misura e forma che desideriamo, altrimenti prediligiamo magari un piatto doccia sagomato con angoli smussati, se non possiamo inserire la doccia in una nicchia, in modo da aumentare la libertà di movimento. L’apertura a saloon è una tipologia che permette di ridurre l’ingombro delle ante ed è ideale nella situazione di piccoli bagni.

Una soluzione ingegnosa potrebbe anche essere quella di usare una doccia passante, una doccia sola, cioè, che serva due bagni, così che da un bagno stretto e lungo possiamo farne due o comunque risparmiare l’ingombro della seconda doccia.

Oppure eliminiamo completamente la doccia e se è necessario realizziamo uno scarico a pavimento con piano inclinato e soffione pet docce d’emergenza…che allagano tutto il bagno ma così in un colpo solo ci laviamo noi e facciamo le grandi pulizie!

Il Bidet può facilmente essere eliminato inserendo al suo posto un vaso bidet o un doccino.

Come posizionare la doccia perchè non risulti di intralcio

Docce angolari per guadagnare un pochino di spazio e mobilità in più

Duravit propone Open space b un box con pareti vetrate richiudibili quando non è in uso. L’anta è disponibile anche con la finitura a specchio. Un’ottima soluzione salvaspazio

IMA Cabina, è il box doccia di Rapsel. La struttura è in acciaio satinato con ante in tessuto antimuffa. La chiusura a libro fà si che quando è chiusa l’ingombro è minimo 84x84x185

Può essere molto utile in un piccolo bagno la tenda da doccia o vasca con tasche che trovate QUI

E’ una vasca ma ha un ingombro poco superiore a quello di una doccia. UNICO MINI è realizzata in corian e la sua dimensione è di soli 120 cm x 80, caratteristica che la rende perfetta anche per i bambini.

Esempi di progetti con doccia passante molto interessanti, trovante un bel approfondimento sul tema su QUI

Sul sito di cose di casa trovate l’interessante progetto di questi due bagni con doccia passante

Nella riprogettazione completa di un appartamento (casa MM) abbiamo realizzato due bagni da quello stretto e lungo originale. Non abbiamo fatto una vera e propria doccia passante ma abbiamo realizzato un incastro strategico per creare due docce indipendenti. Poichè uno dei due bagni risulta cieco tra le due docce abbiamo anche inserito un vetro satinato per far filtrare un pò di luce naturale

Docce in muratura

Progetto di un bagno con pianta irregolare e doccia realizzata in muratura dallo studio Ilabb fondato dagli archiettti Luca Scardulla e Federico Robbiano. llabbScopri altre idee per stanze da bagno

Progetto per un secondo bagno per gli ospiti di 2.9 mq, per cui i committenti avevano richiesto la presenza di tutti i sanitari e dunque per la doccia si è scelta una soluzione irregolare in muratura a filopavimento. MINIMA architettiScopri altre immagini di bagni di servizio

Doccia sagomata Tonic di Ideal Standard in acrilico

Zona lavanderia

Il secondo bagno può servire anche come lavanderia ma non per questo dobbiamo rinunciare allo stile e sopratutto anche in questo caso non necessitiamo di spazio esagerato.

Lavatoio salvaspazio, 55x35x78 completo di mobiletto, perfetto per il bagno di servizio. Lo trovate disponibile QUI

Progetto Laundry Space di Scavolini Bathrooms. Diversissime soluzioni per arredare il proprio bagno in modo organizzato e funzionale

Esempi di piccoli bagni con l’inserimento della lavatrice. Esistono anche elettrodomestici di dimensioni ridotte che permettono di realizzare piccoli secondi bagni da adibire anche a lavanderia. L’ambiente lavanderia può comunque essere molto grazioso e assolutamente non trascurare l’estetica

Sotto il piano d’appoggio del lavabo possiamo incastonare una lavatrice a libera installazione o anche ad incasso, come preferiamo, ovviamente con apertura frontale

Lavabo TINO di Colavene è un pilozzo di design proposto in svariati colori, dalle dimensioni contenute che può fare bella mostra anche in un secondo bagno con doppia funzione ospiti/lavanderia con gambe in legno di frassino

Lo spazio è poco ma forse nel bagno di servizio riusciamo a far entrare anche la scarpiera slim con anta a specchio di Mercatone Uno s L 49 x P 25 x H 178 cm.

Asse da stiro a parete di dimensioni ridotte e richiudibile disponibile QUI

Rivestimenti                

Per quanto riguarda i rivestimenti, in un piccolo bagno il bravo architetto consiglierebbe colori chiari e luminosi per ampliare gli spazi, ma io credo che tutto dipenda dal nostro gusto e le nostre esigenze a me piace anche molto l’effetto guscio e l’effetto wow dato dal colore e in un piccolo bagno che vuole giocare sugli effetti magari possiamo anche scegliere di osare!

Soprattutto nel caso di piccoli bagni si può scegliere tra tre ottime soluzioni economiche e di grande effetto per i rivestimenti. Ovviamente questi suggerimenti valgono anche per i bagni più grandi

A la carta da parati

La carta da parati può essere posata anche nell’ambiente bagno, gli inglesi lo fanno da una vita! Sarà sufficiente sceglierne una tipologia adeguata e cioè quelle in tnt che ha buona resistenza all’umidità. Non si tratta comunque di carte impermeabili, quindi non possono essere messe a contatto con l’acqua, ma per un bagnetto per gli ospiti potrebbero essere una bella soluzione decorativa.

La tecnologia moderna ha realizzato diversi prodotti all’avanguardia, come le carte da parete in fibra di vetro completamente impermeabili. In questo caso però il prezzo sale nettamente, questi materiali però hanno il vantaggio di poter essere posati anche dentro alla doccia, a contatto con l’acqua.

La carta da parati indubbiamente ci permettere di avere un grande effetto scenografico con un investimento economico contenuto

Sala lettura!

carta da parati Analog nights tahoe in bagno disponibile su aimeewilder.com nel progetto di Hacin & associates

Parati in bagno alla maniera inglese

Carta da parati per bagno Aladino, disponibile su bagnidautore.it

Safran di Wall&decò . Si tratta di una guaina impermeabilizzante decorativa per ambienti umidi (brevetto WET SYSTEM™ per bagno, doccia e ambienti umidi).

Gesine” di Carta da parati degli anni 70 può tranquillamente essere usata nelle cucine e nei bagni, grazie alla sua resistente superficie in vinile

B Vernice

Invece di scegliere un materiale ceramico per rivestire le pareti possiamo decidere di dipingerle con pittura o smalto, per una soluzione molto più rapida ed economica dall’aspetto minimale e contemporaneo. Lo smalto è la scelta ideale. Esistono diversi prodotti tecnici idrorepellenti, non troppo costosi, che possono essere passati anche all’interno della doccia. L’effetto sarà simile a quello della resina, ma moooolto più economico.

È bene scegliere una pittura lavabile anticondensa a effetto termico, come ad esempio IndekoTherm di Caparol.

Per un bellissimo effetto resina, perfetto anche per l’interno doccia esistono prodotti come Aquapoxy Evo di rapid Mix un primer-finitura bicomponente epossidica colorata a base acqua, decorativa e protettiva. Questo prodotto, tra l’altro, presenta un’ottima adesione anche su piastrelle in ceramica, parquet, ferro e alluminio ed è perfetto per rinnovare e ridipingere anche vecchi arredi da riutilizzare…per un effetto tono su tono

Design e stile

Parquet e pittura come in ogni altra stanza

Minimal

Molto bello il contrasto tra un pavimento molto decorativo, magari di recupero e le pareti finite a smalto tinto unita

Total Yellow

Piccola sala relax con pareti verde acqua

C inserti di ceramica

Se non vi piace l’idea delle pareti completamente “nude” ma il rivestimento che avete scelto costa parecchio e non volete rinunciarvi, un’alternativa può essere quella di posizionarlo solo in alcuni punti studiati.

Invece che rivestire tutte le pareti da capo a piedi possiamo scegliere di realizzare degli inserti di rivestimento ceramico solo nei punti clou, come dietro al lavabo e nella doccia.

Questa soluzione può essere utile anche quando avete degli avanzi di mattonelle che volete riutilizzare o se trovate in stock da un rivenditore una partita che non è esattamente la quantità che vi occorre. Questa è veramente una soluzione creativa che non solo vi farà risparmiare la spesa di vari metri quadri di materiale, ma vi permetterà di realizzare un bagno creativo e unico.

Basta un pò di colore e di fantasia per risolvere in modo creativo un piccolo bagno

Carta da parati ed inserto dietro al lavandino per il secondo bagno romantico

Sulla parete di foto muretto funzionale e decorativo

Rivestimento irregolare di piastrelle esagonali per il retro lavabo, una trovata che ci piace molto ed abbiamo adottato anche noi diverse volte

Possiamo rivestire con gres porcellanato solo la parete su cui poggiano i sanitari

50 e 50!

Inserto di ceramica uguale al pavimento per proteggere la zona lavabo e resina per il resto delle superfici verticali

Inserto da capo a piedi

investiamo in un bel pavimento e per le pareti una bella pittura traspirante e una protezione dietro al lavandino

Mobili e complementi

In fine, l’ultimo aspetto su cui voglio soffermarmi, parlando di bagni e soprattutto di secondo bagno, è la possibilità di attingere a soluzioni creative e di recupero per arredare. Per un piccolo bagno potremo dare fondo alla nostra creatività e realizzare fantasiose soluzioni per lo specchio o il piano d’appoggio del lavabo. Nel caso del secondo bagno avremo meno esigenze tecniche, come ad esempio il lavandino grande e profondo (sarà spesso sufficiente un lavamani), mobile capiente ecc. Potremo dunque sbizzarrirci maggiormente dal punto di vista creativo ed estetico.

In un bagno molto piccolo l’ideale è realizzare un lavabo sospeso o appoggiato su una mensola, che lasci libero lo spazio a pavimento per dare maggior ampiezza. Questa soluzione è facilmente realizzare anche con un semplice fai da te, utilizzando una mensola o una tavola come base d’appoggio per il nostro lavabo.

Ora che abbiamo le idee più chiare nessun potrà fermarci nel nostro progetto di realizzare il tanto desiderato SECONDO BAGNO!

Una semplice mensola di legno ci aiuta a ricavare un piano d’appoggio per il lavabo anche in angoli strani di un bagnetto irregolare!

Mensola di legno (leroy merlin), lavandino da appoggio (che trovate anche QUI) , piletta d’arredo e l’angolo lavabo è fatto

Un mix di stili riuscito. Avete arredi da recuperare? scegliamoli per arredare il nuovo bagno scegliendo magari un filo conduttore che sia il colore: tutto bianco con dettagli neri

Mensoline per rendere funzionale e speciale il piccolo bagno

Piano da appoggio e lavabo di recupero!

Rinnoviamo le pareti bianche!

Realizziamo una semplicissima boiserie in stile inglese

Una soluzione ingegnosa per le cornici di questi specchi realizzate con centrini di carta!

Una semplice scaffalatura bianca risolve l’organizzazione in bagno

Basta poco per realizzare delle graziose mensole che arredino la parete del piccolo bagno e fungano come valido appoggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi con asterisco sono obbligatori.